GRANDE ORIENTE DEI  TRE MARI D’ITALIA_main GRANDE ORIENTE DEI  TRE MARI D’ITALIA_tablet GRANDE ORIENTE DEI  TRE MARI D’ITALIA_phone_landscape GRANDE ORIENTE DEI  TRE MARI D’ITALIA_phone

rito scozzese antico ed accettato delle due sicilie
GRANDE ORIENTE DEI
TRE MARI D’ITALIA

Library_main Library_tablet Library_phone_landscape Library_phone

rito scozzese antico ed accettato delle due sicilie
GRANDE ORIENTE DEI
TRE MARI D’ITALIA

Personaggi_main Personaggi_tablet Personaggi_phone_landscape Personaggi_phone

Mozart, Napoleone, Churchill, Fleming, Goethe... Massoni nella storia

Benvenuti/Contatti

CHI SIAMO?  Siamo un gruppo di studiosi della Massoneria e dei suoi fondamenti. La creazione di questo nostro:

GRANDE ORIENTE DEI TRE MARI D’ITALIA 

evidenzia  un interesse forte verso la cultura esoterica e la comprensione dei mondi che sono meno appariscenti e a volte nascosti. Lo spirito nostro è legato al desiderio di approfondire e divulgare i principi massonici sani, che risultino indicativi di chiari percorsi spirituali,  che ciascuno dei nostri aderenti, sorelle o fratelli , desiderino compiere. Altri, come noi,  perseguono i nostri medesimi scopi, ma in maniera chiusa. I loro membri “o sono con loro, o sono contro di loro” , ed è questo il principio che noi non vogliamo perseguire, noi accettiamo nelle nostre Loggea.,   , anche Sorelle e Fratelli di altre Obbedienze che vogliono venire a trovarci e lavorare scientificamente con noi, operiamo cioè con un sistema aperto. Tutta la struttura della nostra Obbedienza è sintetizzata nella voce PIRAMIDE MASSONICA.

COME CONTATTACI ?  Segreteria per il pubblico : inviare una mail a :  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.nella quale specificherete COGNOME, NOME, data di nascita, professione, luogo di residenza, telefono, motivo della chiamata. SARETE RICHIAMATI.

ASPETTI GIURIDICI

L'articolo 18 della Costituzione della Repubblica Italiana, al primo comma riconosce e tutela la libertà d'associazione, e prevede che i cittadini abbiano il diritto di associarsi, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalle leggi; il medesimo articolo, tuttavia, al comma secondo, vieta le associazioni segrete. In occasione dello scioglimento d'autorità della Loggia P2, fu emanata la legge numero 17 del 25 gennaio 1982, la cosiddetta legge Spadolini-Anselmi: in base a tale legge, si "considerano associazioni segrete e come tali vietate dall'articolo 18 della Costituzione quelle che, anche all'interno di associazioni palesi, occultando la loro esistenza ovvero tenendo segrete congiuntamente finalità e attività sociali, ovvero rendendo sconosciuti, in tutto o in parte ed anche reciprocamente, i soci, svolgono attività diretta ad interferire sull'esercizio delle funzioni di organi costituzionali, di amministrazioni pubbliche, anche ad ordinamento autonomo, di enti pubblici, anche economici, nonché di servizi pubblici essenziali di interesse nazionale". I responsabili delle maggiori associazioni massoniche italiane hanno spesso affermato che tali caratteristiche non sono rintracciabili nella massoneria in quanto tale, ed in effetti la legge Spadolini-Anselmi non è mai stata applicata a tali associazioni.

 ORGANIZZAZIONE

In ogni Obbedienza Massonica si ionizia sempre un percorso dalla Massoneria Simbolica o Azzurra e dai suoi primi tre gradi di Apprendista (1° grado), Compagno d’arte (2° grado), Maestro (3° grado). Nella nostra Obbedienza, proponiamo  il percorso iniziatico della SERENISSIMA GRAN LOGGIA DELLE DUE SICILIE, che è strutturata  a livello Regionale ed è  governata da un Gran Maestro Regionale. Tuttavia il percorso dei primi tre gradi si può compiere presso una qualsiasi altra Obbedienza Massonica. Noi siamo ben lieti di accettare, le SS:. e i FF:.  provenienti da altre Obbedienze, come graditi ospiti. Ciò, naturalmente, dopo un colloquio di reciproca conoscenza. Per noi è possibile, se le SS:. e i FF:. che ci chiedono di entrare o di visitarci lo desiderano, lasciarli liberi di rimanere iscritti, nella loro vecchia Obbedienza. Naturalmente alcune Obbedienze non permettono la doppia iscrizione, ma questo non è un nostro problema. In questo primo ambito, il percorso è fondamentale. Si studia la morale, si forniscono spiegazioni del simbolismo massonico e si predispone e si aiuta l’iniziato ad acquisire i primi elementi per la ricerca filosofica, che, se vorrà,  approfondirà in uno dei possibili Riti Filosofici.

Dopo un percoso attraverso uno dei tre possibili Riti Filosofici Regionali (R.S.A.A., Rito Filosofico, Rito di York e del Marchio), si accede ad un Rito Nazionale denominato Patriarcato gnostico-alchemico di Misraim -Memphis che porta l'adepto dal 34° al 66° grado alimentando appunto tutta i serie di saperi. Infine si accede al Rito più importante dell'Obbedienza, ovvero il :

MODERNO RITO SPERIMENTALE ERMETICO- OSIRIDEO DI MISRAIM MEMPHIS

Dopo i primi tre gradi iniziali, vi è di fatto un percorso che inizia da un 4° grado di un Rito filosofico, fino al 95° che è un percorso di studio, approfondimento, ricerca di leggende dell'uomo e dei loro significati.

Tutta l'Obbedienza è governata dal Sovrano Santuario del 95° grado,  presieduto dal SOVRANO GRAN HIEROPHANTE, vertice dell'Obbedienza e che la rappresenta. Le  regolamentazioni dell'Obbedienza sono riportate nelle GRANDI COSTITUZIONI E REGOLAMENTI, reperibili nella parte RISERVATA.

 

La Loggia massonica dal punto di vista fisico è l’insieme costituito da Tempio, Sala dei passi perduti e gabinetto di riflessione, ma come si capirà nel tempo è qualcosa di ben più grande. E’ anche il luogo ove vivono le varie Camere operanti nei Riti del nostro Grande Oriente, ove si sviluppa tutto il lungo camminio esoterico individuale. Ancora e principalmente è il luogo spirituale ove qualora, in totale armonia, le nostre indiviadualità entrano in risonanza, si sviluppa quella energia positiva che ci permette di vivere da Massoni felici e conclamati. Voliamo capire i simboli, è imprtante dire subito che di ogni simbolo l’interpretazione è molteplice, a volte sfuggente, a volte caotica. In questo è il grande del simbolismo massonico.

Il simbolo della Squadra e Compasso è uno dei più noti emblemi della Massoneria. Composto da due utensili da lavoro dell’architetto, e dei muratori, tale simbolo si lega agli antichi lavori operativi, Il simbolismo massonico è complesso, ma essendo la Massoneria non dogmatica, non v’è mai una interpretazione completamente chiusa Leggi tutto »

Il Grande Architetto dell’Universo, il G.A.D.U. è, in un certo qual senso, il Dio di tutti, il Dio Universale, il Dio di coloro che credono:
  1. in un unico essere spirituale come quello di una qualunque religione monoteista;
  2. nell’esistenza di un disegno intelligente che sia la guida ordinatrice dell’evoluzione umana;
  3. nell’esistenza di una struttura caotica che nella ricerca di una forma di equilibrio, spesso incomprensibile alla limitata mente umana, sia guida ordinatrice dell’evoluzione umana
Leggi tutto »

Le colonne indicano, da ogni tempo, i sostegni e la solidità di un qualunque edificio sia esso materiale che spirituale. La caduta, anche simbolica, delle colonne significa l’abbattimento dell’Edificio. Il simbolo della Colonna è, ancora, perpendicolarità, stabilità, equilibrio, gioco controllato delle dinamiche che salgono e scendono, nervo di trasmissione delle energie dal basso verso alto.Leggi tutto »
La nascita della Gran Loggia di Londra, avvenuta il 24 Giugno 1717, fu talmente esaltata ed enfatizzata, da indurre, tutte le strutture massoniche che si andavano consolidando, a considerarla come la “Gran Loggia Madre del Mondo” e a considerare le regole da essa dettata come inderogabili punti di riferimento.
Quattro anni dopo questa nascita vi fu l’inizio di un processo di codificazione dei principi. Nel 1720 che il terzo Gran Maestro George Payne (1685-1757) inizia a compilare dei regolamenti. Nello stesso anni il Duca Jean di Montagu (1718-1792), quarto Gran Maestro, si propose di rivisitare l’intero passato della Massoneria e di rivendicarne i nobili ideali. Assegnòl’incarico a George Payne (1685-1757), a John Theophilus Desarguiles (1638-1744) e al pastore presbiteriano James Anderson (1684-1739). Questo gruppo formulò le regole sulla scorta delle esperienze degli ultimi quattro anni e sulla base di come si erano comportate le Logge operative nel passato. Parlarono di Old Charges e utilizzarono un termine che ha fatto molto discutere: la parola Landmark.
Leggi tutto »
Una struttura massonica è ritenuta regolare quando siano soddisfatte le seguenti condizioni:

Per la regolare istituzione di un Rito Massonico (ad. Esempio un Rito Scozzese Antico ed Accettato, o un Capitolo del Rito Filosofico o per un Rito di Misraim Memphis o altro) occorre che sette fratelli del Grado più alto, provenienti da un Consiglio di governo di un Rito esistente, decidano di costituire un nuovo Consiglio di governo del Rito (denominato Supremo Consiglio o Gran Consiglio o Sovrano Santuario o altro) e ne redigano l’Atto Costitutivo, prevedendo anche l’eventuale ripartizione in strutture regionali. Ancora è possibile che un gruppo di almeno sette fratelli del più alto grado, appartenenti ad un Rito assonnato decidano di risvegliarlo, con apposito Verbale. Ancora è possibile che tre fratelli del grado più alto di un Rito ricevano una patente da parte del Consiglio di governo di un Rito esistente e regolarmente costituito che li autorizzi a fondare il Rito e fare adepti.
Leggi tutto »

Ambienti

Documenti e informazioni storiche